28.4.2020 - Aggiornamento COVID-19: il virus non ci ferma.

Il servizio postale ed i trasporti continuano a funzionare e noi evadiamo gli ordini regolarmente. Il nostro ufficio è chiuso al pubblico. Per contatti usate il telefono o l'email. Noi non ci arrendiamo: continuiamo a preparare aste per voi! Seguiteci!

Lotto 745: Niccolò III d'Este (1383-1441), marchese di Ferrara. Medaglia. D/ Busto a destra. R/ N M P (Nicholaus Marchio Pater) in caratteri gotici sormontati da corona. Cfr. Hill-Pollard, Kress 29. Hill, Corpus 71. AE. mm. 53.00 Inc. Amadio da Milano (attr.). RR. Fusione antica. Bel BB. Niccolò III d’Este Signore di Ferrara, figlio naturale di Alberto V, ebbe la signoria ancora bambino sotto la protezione di Venezia. Nel 1409, facendo uccidere Ottobono Terzi signore di Reggio e Parma, s’impadronì delle due città, ma perdette Rovigo, toltagli da Venezia attaccata da suo suocero Francesco da Carrara. La riottenne però nel 1438 col Polesine in compenso della sua neutralità nelle lotte tra Venezia e Filippo Maria Visconti. Successivamente però i rapporti tra Niccolò e il Visconti migliorarono sempre più e forse sarebbe stato chiamato da lui al governo di Milano, se non fosse morto, pare per veleno. Abile politico, la sua vita familiare fu contrassegnata da violenze e dissolutezze che culminarono con la condanna a morte della sua seconda moglie Parisina Malatesta e del figlio naturale Ugo, incolpati di adulterio. (Dizionario di storia Treccani, 2010). Alla sua corte fu attivo tra il 1437 e il 1482 Amadio da Milano, orafo milanese, incisore di sigilli e medaglista, al quale è attribuita questa medaglia. Egli si distinse per l'insolita tecnica impiegata: le iscrizioni delle medaglie erano incise in un anello di metallo separato che era messo intorno al modello, insieme al quale veniva impresso in una forma.
Base d'asta € 300
Prezzo attuale € 500
Bids: 11
Lotto non in vendita