Ricerca
Lot 736: Clemente XII (1730-1740), Lorenzo Corsini. Medaglia annuale A. II, per il porto franco ad Ancona. D/ CLEMENS XII PONT M. Busto a destra con camauro, mozzetta e stola. Sul bordo, OTTO. R/ ADVTOR IN OPPORTVNIT. Veduta panoramica del porto e della città di Ancona. In esergo, MDCCXXXII. Bart. E. 732 var. 1. Patrignani 11. AE. g. 17.89 mm. 32.50 Inc. Ottone Hamerani. SPL. Nel febbraio 1731 l'Università dei Mercanti di Ancona, tramite la Congregazione del Sollievo, inoltrava a Clemente XII un memoriale nel quale si illustrava la cattiva situazione economica e commerciale di Ancona e si raccomandava di istituire, quale unico rimedio, il porto franco. La commissione cardinalizia nominata dal Pontefice per studiare le proposte dei mercanti anconetani approvò la quasi totalità delle richieste per cui, il 14 febbraio del 1732, Clemente XII firmò il "motu proprio" con il quale proclamava Ancona "porto franco", sopprimendo quindi tutti i dazi e le gabelle. I benefici effetti della nuova istituzione si manifestarono con l'inizio di importanti lavori per migliorare l'efficienza del porto, necessari per l'aumentato movimento portuale.
L'architetto Vanvitelli progettò un nuovo Lazzaretto per le quarantene e diresse anche il prolungamento dell'antico molo romano per ormeggiare i più grossi bastimenti; i cantieri ripresero la loro attivtà, furono edificati nuovi magazzini per le merci e potenziati i servizi di scarico e facchinaggio; fu data così vita a un ben attrezzato porto commerciale che incrementò notevolmente anche i traffici terrestri con grande vantaggio per tutto lo Stato Pontificio.
Base d'asta € 200
Prezzo attuale € 200
Bids: 1
LOTTO NON IN VENDITA - LOT NOT ON SALE