Ricerca
Lot 759: Firenze. Antonio Maria Biscioni (1674-1756), canonico e bibliotacario, dal 1741 prefetto della biblioteca Laurenziana. Medaglia 1725, bordo modanato. D/ ANTONIVS MARIA BISCIONIVS FLORENT. Busto a destra con mantello orlato di pelliccia. R/ Minerva, seduta a sinistra, scrive su di una pergamena; di fronte, la Sibilla intenta a raccogliere foglie. Sullo sfondo, rovine di un tempio ed in alto il Tempo in volo a sinistra; ai piedi di Minerva, in incuso, L. M. V. 1725; in esergo, NE TVRBATA VOLENT. V.T. 363. Vannel Toderi Bargello III-490. AE. mm. 87.50 Inc. Lorenzo Maria Weber. RR. qSPL. Nato a Firenze nel 1674, fu allievo di Anton Maria Salvini con il quale studiò il greco, il latino e l'ebraico. Fu cappellano e poi canonico della Basilica di San Lorenzo; nel 1708 fu prescelto come bibliotecario della Biblioteca Mediceo-Laurenziana, carica che dal 1741 gli fu considerata a vita. Uomo di grande erudizione fu richiesto per la direzione anche di altre biblioteche; collezionò personalmente manoscritti, si occupò della compilazione del primo catalogo della Laurenziana e scrisse anche alcuni commenti e delle opere. Morì a Firenze nel 1756. Il Biscioni era fratello della madre del medaglista Lorenzo Maria Weber, Mariangela Biscioni, e si occupò dell'educazione del nipote. Questa medaglia fu eseguita da Lorenzo Maria Weber per lo zio nel 1725 ed è la prima medaglia dell'artista datata e firmata.
Base d'asta € 350
Prezzo attuale € 350
Bids: 1
LOTTO NON IN VENDITA - LOT NOT ON SALE